Ottobre 19, 2022

Come correggere la postura per evitare infortuni?

  • Lo stile di vita incide sulla postura e sui dolori che talvolta percepiamo.
  • Sono numerose le abitudini, di cui spesso non ci accorgiamo, che sovraccaricano la nostra schiena.
  • Un primo passo: correggere la postura con la ginnastica posturale.
  • Molto utili sono gli esercizi di stretching e propriocettivi.

Quelle strane abitudini che non aiutano…

Tante ore passate seduti alla scrivania, con la schiena incurvata, davanti a un pc. Oppure sdraiati malamente sul divano con il collo allungato verso il basso per chattare al telefonino. Non c’è dubbio: la possibilità che, a fine giornata, si accusino dolori o ci si senta irrigiditi è alta.  I primi a risentirne sono schiena, collo e spalle. Ma potrebbero subentrare anche altri sintomi (se non giustificati da altre problematiche), come il mal di testa. Siamo di fronte a uno squilibrio posturale che, se non trattato correttamente e presto, può diventare cronico. Correggere la postura diventa, quindi, fondamentale per non incorrere in fastidi ben più importanti.

Tutta colpa della postura

Una postura scorretta grava principalmente su tre parti del nostro corpo:

  • l’area cervicale, su cui incidono le posizioni errate di testa e collo mantenute a lungo;
  • la colonna vertebrale, che si fa carico sia di sostenerci sia di tutti i nostri movimenti, giusti o sbagliati che siano;
  • la zona lombare, di norma l’area più sollecitata della schiena dove, per di più, scaricano le loro tensioni i muscoli posteriori della coscia.

All’origine dello squilibrio posturale, tuttavia, non vi sono solo la sedentarietà e le posizioni scorrette. Contribuiscono anche il fatto di:

  • non piegare le gambe per sollevare oggetti a terra;
  • stare in piedi scaricando il peso su una gamba sola;
  • portare borse e zaini pesanti;
  • indossare calzature poco comode, tra cui i tacchi.

Prevenire le problematiche si può

Intervenire sui comportamenti sbagliati è il primo passo per porre rimedio ai problemi posturali. Non solo: cambiando le proprie abitudini è possibile ridurre il rischio di incappare in incidenti dall’impatto più o meno serio. Stiamo parlando di fratture, lussazioni, contratture, traumi, fino a patologie scheletriche, ma anche di tipo polmonare, circolatorio, urologico, ginecologico e viscerale.
Correggere la postura diventa, quindi, una necessità. Come? Innanzitutto ricercando uno stile di vita che contempli maggior movimento, più frequente e vario, che stimolerà in modo corretto i nostri riflessi propriocettivi, fondamentali per la postura. Utile, nel caso di segnali di dolore, una valutazione specialistica per specifici percorsi manipolativi o riabilitativi propriocettivi. A seguire, si può ricorrere a forme di stimolazione “attiva” come il metodo Neurac, Pilates, o il più specifico metodo Riva. Il programma più opportuno dipenderà dalla causa del comportamento sbagliato. E individuarla sta solo allo specialista e non puntando al fai da te.

Come correggere la postura

Gli esercizi per correggere la postura possono prevedere vari tipi di intervento. In genere, si tratta di rieducare la persona alla postura corretta, per esempio attraverso esercizi di stretching e propriocettivi. In altre parole, si punta a far eseguire movimenti specifici e personalizzati per migliorare l’elasticità di muscoli, tendini e legamenti, lubrificare le articolazioni e potenziare le funzionalità cardiovascolari e respiratorie. Ne consegue inoltre che, lavorando sui recettori, anche la coordinazione dei movimenti e l’equilibrio risultano più performanti.
Gli esercizi posturali possono essere praticati da tutti a qualsiasi età. Non presentano controindicazioni e, soprattutto se si percepisce dolore o affaticamento, donano sollievo. In tal senso, un programma mirato di rieducazione posturale può rivelarsi risolutivo e, al contempo, prevenire eventuali infortuni.

Articoli correlati

Quanto deve essere l’ossigeno nel sangue: livello di saturazione ossigeno ottimale

Esploriamo il ruolo della saturazione di ossigeno nel sangue, i metodi di misurazione e i rischi per la salute associati a livelli non ottimali.

Cervicalgia acuta: sintomi e terapia

Verrebbe da considerarlo un normale “male al collo”. Ma se dietro a questo dolore, intenso quanto momentaneo, si celasse un problema più importante?

Esercizi per cifosi dorsale: ecco come correggerla

Guida al trattamento della cifosi dorsale: esercizi mirati per una colonna vertebrale sana e una postura corretta.

LabofMove Srl - Via Bozzini, 2 - 37135 Verona ITALY 
P.IVA 04623680230 - REA VR - 435964
Cellulare: + 39 371 413 3252
Created by Hassel.
chevron-downmenu-circlecross-circle