Marzo 17, 2023

Esercizi per la scoliosi

  • La scoliosi è una deformità della spina dorsale associata alla rotazione dei corpi vertebrali.
  • In base alla localizzazione della curva si possono distinguere scoliosi lombare, dorso lombare, dorsale e cervico dorsale.
  • Grazie a specifici percorsi riabilitativi è possibile contrastare il peggioramento della scoliosi.
  • Gli esercizi per la scoliosi, oltre alla gravità della curva, dipendono dalla sua collocazione.
  • Le inclinazioni pelviche sono tra gli esercizi contro la scoliosi.

Cos’è la scoliosi?

Compare piano piano, senza segni evidenti o dolore. Eppure, con il tempo, inizia a notarsi una deviazione laterale della spina dorsale assieme a una differenza all’altezza di spalle e bacino. Parliamo della scoliosi. Una deformità della colonna vertebrale che si manifesta con un’inflessione laterale dovuta alla rotazione dei corpi vertebrali. Una deviazione che, molto spesso, è evidente ad occhio nudo. La schiena, infatti, appare visibilmente curvata verso un lato. Fatte queste premesse, in questo articolo scopriamo di più sugli esercizi per la scoliosi.

Scoliosi e atteggiamento scoliotico: facciamo chiarezza

Quando si parla di scoliosi si indica una vera e propria deformità anatomica. Un concetto molto spesso confuso con l’atteggiamento scoliotico, una serie di comportamenti posturali scorretti che compaiono in risposta ad abitudini o posizioni anomale ripetute nel tempo. Si tratta di una deviazione della colonna vertebrale in cui, tuttavia, al contrario della scoliosi, non si manifesta alcuna rotazione delle vertebre.
Normalmente le tipologie di scoliosi si distinguono in base alla localizzazione della curva. Possiamo, pertanto, riconoscere quattro tipi di scoliosi:

  • lombare,
  • dorso-lombare,
  • dorsale,
  • cervico-dorsale.

In base alla situazione, tipologia e gravità della scoliosi, il medico elaborerà terapie specifiche. La ginnastica posturale o correttiva è, comunque, sempre consigliata per i casi più lievi. Nei casi più gravi, invece, gli esercizi per la scoliosi potranno essere associati all’utilizzo di corsetti e tutori. In tutti i casi è consigliabile anche un percorso di terapia manuale posturale come il metodo Mézières-Bertelè, RPG o terapia manuale funzionale neuro-sistemica. Anche l’osteopatia può essere un valido approccio, sempre sotto la guida di un esperto fisiatra.

Leggi anche: Conosciamo la scoliosi: sintomi e rimedi

Sport e attività fisica: cosa fare e cosa evitare

La persona affetta da scoliosi deve prendere in considerazione alcuni aspetti fondamentali prima di praticare attività fisica. Lo sport, infatti, è consigliabile solamente qualora la disciplina sportiva non richieda un’eccessiva mobilità della colonna vertebrale. È comunque opportuno valutare caso per caso in base alle caratteristiche di ogni persona. Non solo quello che riguarda la schiena, ma anche la condizione generale del corpo.
È preferibile optare per sport di carico che non prevedano mobilizzazioni eccessive della colonna vertebrale. In questo caso, ginnastica posturale e correttiva rappresentano dei validi alleati per chi soffre di scoliosi. Grazie a specifici esercizi per la scoliosi, infatti, è possibile ridurre la curva scoliotica, contrastando il peggioramento della patologia. Si tratta di esercizi che mirano a bilanciare le forze in gioco nel rispetto delle leggi che regolano il sistema posturale e l’apparato locomotore, in particolare delle catene cinetiche posteriori.

Scopriamo di più sugli esercizi per la scoliosi

Gli esercizi per correggere la scoliosi dipendono, oltre che dalla gravità della curva, dalla sua posizione. Le persone con scoliosi lombare, per esempio, dovranno concentrarsi su esercizi che coinvolgono maggiormente la parte bassa della schiena. Quelle con scoliosi toracica, invece, dovranno impiegare i loro sforzi nella zona delle spalle. Ad ogni modo, tra gli esercizi per la scoliosi possiamo distinguere gli esercizi simmetrici da quelli asimmetrici. I primi sono eseguiti con entrambi i lati della schiena e andranno svolti specialmente da chi ha una lieve inclinazione della colonna vertebrale. Gli esercizi asimmetrici, invece, vengono eseguiti quando la curvatura della colonna è più pronunciata e necessita, dunque, di un’azione da un solo lato del tronco.
In questo modo, quindi, è possibile agire su segmenti muscolari differenti. L’obiettivo, in ogni caso, è quello di allungare la porzione muscolare della schiena che si trova in condizione di accorciamento e, viceversa, accorciare la porzione muscolare in condizione di allungamento.

Leggi anche: Scoliosi e sport: quale fare? 

Inclinazioni pelviche per ridurre la curva scoliotica

La scelta di una diagnosi precoce nella persona affetta da scoliosi è fondamentale per evitare aggravamenti e mantenere i risultati. L’utilizzo di corsetti e tutori devono essere accompagnati dallo svolgimento di esercizi posturali per la scoliosi. Tra questi, l’esercizio di inclinazione pelvica aiuterà ad allungare i muscoli dei fianchi e della porzione lombare. Ricordiamo però che il primo aspetto da valutare è la condizione degli automatismi propriocettivo posturali, responsabili della stabilità e della posizione automatiche delle varie articolazioni del corpo. Il sistema posturale è modificabile in particolare attraverso i metodi di terapia manuale già menzionati. Contribuendo, dunque, a rallentare la progressione della curva scoliotica.

Articoli correlati

Dolore alle spalle e al collo: ecco i sintomi della cervicobrachialgia

La cervicobrachialgia è una condizione che causa debilitante dolore a collo e braccia. Dai sintomi al trattamento, ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Riabilitazione post ictus: esercizi utili e cosa non fare

La riabilitazione neuromotoria aiuta i pazienti a migliorare le capacità compromesse dall’ictus per raggiungere la massima autonomia possibile.

Come si cura il morbo di Parkinson: sintomi iniziali e finali

È tra le malattie neurodegenerative più diffuse. Ecco come si manifesta e progredisce il Parkinson, per il quale è utile una combinazione di terapie.

LabofMove Srl - Via Bozzini, 2 - 37135 Verona ITALY 
P.IVA 04623680230 - REA VR - 435964
Cellulare: + 39 371 413 3252
Created by Hassel.
chevron-downmenu-circlecross-circle