Marzo 4, 2022

Ginocchia valghe: di cosa si tratta?

Deformità da non sottovalutare

Il corretto sviluppo della struttura ossea è indispensabile allo svolgimento di qualsiasi attività. Che siano durante l’infanzia, in età adulta o in terza età, le anomalie che colpiscono il sistema osteo-articolare non sono da sottovalutare. A maggior ragione se queste riguardano il ginocchio, come, ad esempio, le ginocchia valghe: una deformità anatomica che colpisce gli arti inferiori.

Come riconoscere il ginocchio valgo

Con ginocchio valgo s’intende una deviazione assiale tipica degli arti inferiori. Anomalia in presenza della quale le ginocchia puntano verso l’interno, conferendo alla gamba una tipica postura a “X”.

Fisiologicamente, l’allineamento corretto prevede che il ginocchio sia leggermente verso l’interno rispetto all’asse longitudinale. In caso di ginocchia valghe, invece, i femori tendono ad avvicinarsi, mentre le tibie si distanziano progressivamente nello scendere verso i piedi.

Si tratta di una deformità anatomica spesso congenita, che interessa principalmente i bambini durante la prima infanzia. Di norma, tende a correggersi gradualmente nella crescita. Nella maggior parte dei casi, si risolve spontaneamente entro i 9 anni, senza dover ricorrere a trattamenti specifici. Tuttavia, le forme più acute di valgismo portano a scompensi che possono incidere notevolmente sulla vita di tutti i giorni. Si procede intervenendo con dei trattamenti correttivi come, per esempio, esercizi di ginnastica posturale e di fisioterapia. Solo nei casi più critici si procede con l’intervento chirurgico.

Ginocchia valghe: i sintomi

Nei casi più lievi, il ginocchio valgo risulta essere quasi o del tutto asintomatico. Se il difetto al ginocchio ha un’entità modesta, non porta generalmente a grandi complicanze cliniche. Tende, invece, a essere un problema principalmente a livello estetico.

Di contro, nelle forme più pronunciate, la presenza di ginocchia valghe può diventare sintomatica, portando con sé tra gli altri:

  • dolore e gonfiore della zona interessata;
  • difficoltà nella deambulazione che comporta un sovraccarico del menisco laterale;
  • instabilità e rigidità articolare.

Assumere e mantenere una posizione corretta in presenza di valgismo non è del tutto scontato. Esiste, infatti, la possibilità che l’apparato muscolo-scheletrico si adatti a un’andatura anomala, compromettendo l’intera postura del corpo. Di norma, una visita posturale e la semplice osservazione da parte di un esperto bastano per arrivare a una corretta diagnosi.

O vs X: differenze tra ginocchia vare e valghe

Il valgismo delle ginocchia non è l’unica deformità articolare a colpire l’articolazione della gamba. Esiste, infatti, anche il suo esatto opposto: il varismo. Le ginocchia vare rappresentano una condizione tale per cui tibia e femore non sono perfettamente allineati. Le ginocchia appaiono curvate verso l’esterno, mostrandosi più distanziate rispetto alla norma e assumendo la tipica posizione ad “arco” o ad “O”.

Secondo statistiche mediche, l’incidenza delle ginocchia vare interessa soprattutto persone di sesso maschile. Circostanza contraria, invece, per le ginocchia valghe, dove sono le donne a essere quelle maggiormente colpite. Entrambe, ginocchia vare e valghe, tendono a risolversi con la crescita del bambino. Ma attenzione: il mancato trattamento, se necessario, di queste deformità può causare artrosi del ginocchio in età adulta.

Articoli correlati

Tendinopatia calcifica della spalla: che cos’è e come curarla

Per alleviare il dolore e ripristinare la funzionalità della spalla colpita dalla tendinopatia calcifica serve un approccio terapeutico completo.

I sintomi e le tipologie di malattie degenerative muscolari

Distrofie, miopatie, miastenia, neuropatie. Facciamo chiarezza su un gruppo di malattie considerate rare, accomunate da alcuni sintomi.

Dolore alle spalle e al collo: ecco i sintomi della cervicobrachialgia

La cervicobrachialgia è una condizione che causa debilitante dolore a collo e braccia. Dai sintomi al trattamento, ecco tutto ciò che c’è da sapere.

LabofMove Srl - Via Bozzini, 2 - 37135 Verona ITALY 
P.IVA 04623680230 - REA VR - 435964
Cellulare: + 39 371 413 3252
Created by Hassel.
chevron-downmenu-circlecross-circle