Febbraio 3, 2023

Mal di testa da sinusite? Quali sono i rimedi

  • Secondo i dati dell’OMS, il 75% della popolazione tra i 18 e i 65 anni soffre di cefalea.
  • Esistono 13 diverse tipologie di cefalea, divise in due categorie: cefalee primarie e secondarie. 
  • Il mal di testa da sinusite rientra nella categoria di cefalea secondaria: cioè è sintomo di un’altra patologia in atto.
  • Il mal di testa da sinusite è causato da un’infiammazione dei seni paranasali, i cui livelli di pressione possono aumentare a tal punto da provocare una cefalea debilitante.
  • Dolore al volto, presenza di muco, febbre e brividi: questi sono alcuni dei sintomi del mal di testa da sinusite.
  • Buone abitudini quotidiane e rimedi naturali possono aiutare a prevenire e alleviare il mal di testa da sinusite.

Uno per tutti, tutti per uno

Tutti quanti abbiamo avuto, almeno una volta nella vita, il mal di testa. C’è chi, tra i più fortunati, ne ha sofferto lievemente e chi, invece, ha avuto mal di testa così debilitanti da far fatica a superare la giornata. Secondo i dati di uno studio pubblicato su The Journal of Headache and Pain1, oltre 1 adulto su 2 avrebbe problemi di cefalea, con almeno un episodio verificatosi nell’ultimo anno. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha rivelato2 che la patologia riguarda anche le fasce più giovani della popolazione: oltre il 40% di minorenni è colpito da cefalea, mentre 10 bambini su 100 soffrono di emicrania, una forma comune di cefalea primaria. Ma tra i 18 e i 65 anni di età i numeri crescono e raggiungono addirittura il 75% della popolazione.

Le varie forme del mal di testa

Esistono svariati tipi di mal di testa, per questo è importante identificare la radice del dolore per trattare la causa sottostante. Secondo la classificazione ufficiale3, ci sono ben 13 diverse tipologie di cefalea, divise in cefalee primarie, cioè quelle che non sono in relazione ad altre patologie, e secondarie, che invece sono sintomo di altri disturbi fisici. Il mal di testa da sinusite rientra nella sfera delle cefalee secondarie: in questo caso, quindi, il mal di testa rappresenta il sintomo di una patologia in atto. 

Cosa sapere sulla sinusite 

La sinusite è un’infiammazione dei seni paranasali (cioè le cavità inserite nello spessore delle ossa craniche tra la radice del naso e le sopracciglia) dovuta principalmente ad allergie e infezioni da batteri e virus. Esistono, però, anche altre cause della sinusite, come la deviazione del setto, i polipi nasali, o traumi del volto e patologie dei denti dell’arcata superiore. Chi soffre di sinusite avrà sintomi quali:

  • congestione nasale e difficoltà respiratoria; 
  • secrezione catarrale;
  • lacrimazione;
  • diminuzione dell’olfatto;
  • dolore al volo. 

A questi sintomi viene spesso associato anche un generale senso di affaticamento e mal di testa. Ma come si manifesta il mal di testa da sinusite? Quali sono i sintomi? E quali sono i rimedi? Scopriamolo.  

Sinusite e mal di testa: cause e sintomi

A volte, un piccolo problema può portare a problemi più grandi. Infatti, per alcune persone con l’infezione sinusale, i livelli di pressione e dolore possono aumentare a tal punto da provocare una cefalea debilitante. Tra i vari sintomi, i pazienti colpiti da mal di testa da sinusite possono avvertire:

  • dolore pulsante intorno a fronte, occhi e guance;
  • presenza di muco nasale di colore giallastro o verdastro;
  • febbre e brividi;
  • gonfiore al viso.

Solitamente il mal di testa da sinusite è più disagevole al mattino, o quando si resta in posizione sdraiata per tanto tempo. Tende, poi, ad attenuarsi durante la giornata, peggiorando però se ci si china in avanti col busto. 

Mal di testa da sinusite: come riconoscerlo? 

Altri tipi di cefalee piuttosto comuni, come l’emicrania o il mal di testa da tensione, vengono spesso scambiati per mal di testa da sinusite. Poiché il trattamento di cui si ha bisogno dipende dal tipo di mal di testa che si ha, è fondamentale capire se i sintomi sono causati da una congestione dei seni paranasali o da altro. Se un blocco sinusale, come un’infezione, è davvero la causa, allora il mal di testa si verifica in concomitanza con altri sintomi come la produzione di muco e, talvolta, con la febbre. Nel caso dell’emicrania, invece, prevalgono sintomi come nausea, capogiro e fotosensibilità. 

Quali sono i rimedi per sinusite e mal di testa? 

Esistono svariati rimedi naturali per sinusite e mal di testa. Ci sono, infatti, alcune azioni e buone abitudini quotidiane che, se messe in atto, possono alleviare il dolore o addirittura prevenire il mal di testa da sinusite. Ad esempio:

  • umidificare l’aria con l’utilizzo di appositi apparecchi;
  • alleviare la pressione dei seni nasali alternando impacchi caldi e freddi, oppure con docce e bagni caldi;
  • liberare le vie respiratorie con lavaggi nasali, soluzioni saline o facendo suffumigi con bicarbonato o oli essenziali;
  • esercitare una leggera pressione con le dita sui punti dove si manifesta la maggior tensione, poi inclinare la testa e soffiare il naso;
  • seguire uno stile di vita sano bevendo molti liquidi dai 2 ai 3 litri, praticando attività motoria adeguata, assumendo alimenti ricchi di antiossidanti, vitamina C ed E, e curando la qualità del sonno, dormendo almeno 7/8 ore per notte. 

Ridurre i sintomi è l’obiettivo di ogni cura per sinusite e mal di testa da sinusite, con lo scopo di favorire un maggiore benessere per il paziente che ne soffre.

Quando andare dal medico

Una sinusite, soprattutto se causata un’infezione batterica, può durare molto più di un raffreddore ed essere particolarmente difficile da curare. Nel caso di un mal di testa da sinusite virale, i medici spesso escludono antibiotici e raccomandano di lasciare che l’infezione si risolva da sé. Tuttavia, nelle situazioni in cui la patologia si aggrava e il problema diventa persistente, si ripresenta o peggiora, è bene rivolgersi al proprio medico curante per dei consigli specifici.

NOTE

1 Fonte: The global prevalence of headache: an update, with analysis of the influences of methodological factors on prevalence estimates, The Journal of Headache and Pain, Aprile 2022

2 Per approfondire visitare il sito web dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)

3 Classificazione Internazionale delle Cefalee, Headache Classification Committee of the International Headache Society (IHS)

Articoli correlati

Alimentazione e sport: guida completa all’alimentazione sportiva

Quantità, qualità, idratazione e rispetto dei tempi di assunzione: sono i fattori a cui lo sportivo deve prestare attenzione nella dieta. Ecco perché.

Quanto deve essere l’ossigeno nel sangue: livello di saturazione ossigeno ottimale

Esploriamo il ruolo della saturazione di ossigeno nel sangue, i metodi di misurazione e i rischi per la salute associati a livelli non ottimali.

Cervicalgia acuta: sintomi e terapia

Verrebbe da considerarlo un normale “male al collo”. Ma se dietro a questo dolore, intenso quanto momentaneo, si celasse un problema più importante?

LabofMove Srl - Via Bozzini, 2 - 37135 Verona ITALY 
P.IVA 04623680230 - REA VR - 435964
Cellulare: + 39 371 413 3252
Created by Hassel.
chevron-downmenu-circlecross-circle