Novembre 9, 2022

Usura delle cartilagini: infiltrazioni di acido ialuronico o ossigeno-ozonoterapia?

  • Le nostre articolazioni sono sottoposte a continui stress e, a lungo andare, possono insorgere dei disturbi.
  • Le infiltrazioni di acido ialuronico sono utili per tenere lubrificate le cartilagini.
  • Una valida alternativa è rappresentata dall’ossigeno-ozonoterapia.
  • Entrambi i trattamenti possono essere usati in combinazione, specie in caso di artrosi al ginocchio.

Una questione… articolata

Magari filasse sempre tutto liscio come l’olio! Sembrerà strano, ma anche le nostre articolazioni sanno bene cosa vogliamo dire. Basta loro percepire che la cartilagine che le riveste, anziché favorire il loro scorrimento, fatica a rigenerarsi e, anzi, comincia a degenerarsi. Risultato: insorgono forme di osteoartrosi, come quelle che colpiscono il ginocchio, l’anca e la caviglia. Si tratta di malattie molto comuni che, oltre a provocare dolore e a ridurre la funzionalità delle parti interessate, tendono a cronicizzarsi. Ed è a questo punto che ci si chiede come correre ai ripari. Prima di pensare a farmaci, protesi e interventi chirurgici, è sempre bene rivedere i propri comportamenti per allungare la “vita articolare”. Il primo motivo dell'osteoartrosi primaria è stato recentemente dimostrato essere il deficit del sistema propriocettivo-posturale, ovvero quel sistema che gestisce, come per le automobili moderne, l'assetto e la qualità del movimento delle nostre articolazioni. L’esercizio fisico all’aperto, in ambienti naturali, e il controllo del peso aiutano il nostro sistema posturale a lavorare meglio. Il passo successivo, da compiere sotto la guida attenta di esperti, è di valutare l’opportunità di ricorrere alle infiltrazioni di acido ialuronico o all’ossigeno-ozonoterapia.

Come funzionano le infiltrazioni di acido ialuronico

Sia le infiltrazioni di acido ialuronico sia l’ossigeno-ozonoterapia sono trattamenti di tipo conservativo che, pur agendo in maniera diversa, sono ugualmente efficaci per curare l’osteoartrosi.
L'acido ialuronico è naturalmente prodotto dal nostro organismo per idratare e proteggere i tessuti. Si trova anche all’interno delle articolazioni, precisamente nel liquido sinoviale che ha il compito di lubrificarle e di preservarle dai carichi eccessivi e dall’usura. Se questa sostanza diminuisce, dunque, possono manifestarsi microtraumi e dolori. Ecco perché reintegrare l’acido ialuronico per mezzo di infiltrazioni direttamente nell’articolazione aiuta il processo di conservazione di un buono stato articolare. Di fatto, l’acido ialuronico:

  • ha anche un’azione antinfiammatoria;
  • riduce il dolore;
  • migliora la meccanica dell’articolazione.

Le infiltrazioni di acido ialuronico sono sicure e particolarmente efficaci negli stadi iniziali dell’osteoartrosi. La cadenza con cui effettuarle deve essere stabilita dallo specialista.

Cos’è l’ossigeno ozonoterapia

L’ossigeno-ozonoterapia si sta affermando come una pratica altrettanto efficace nel trattamento delle osteoartrosi, in primis quella del ginocchio. Anche l’ozono è presente naturalmente nell’ambiente atmosferico. Miscelato con l’ossigeno in opportune dosi, presenta una buona azione antinfiammatoria e analgesica priva di effetti collaterali. Inoltre, la sua più peculiare caratteristica di bio-regolatore migliora il trofismo dei tessuti migliorando anche la formazione di nuovi piccoli vasi capillari che porteranno miglior nutrimento là dove necessario. L’infiltrazione, tramite iniezione, viene effettuata sulla zona da trattare lasciando che il mix gassoso di ossigeno e ozono si diffonda lentamente nell’articolazione.
Un’altra caratteristica dell’ossigeno/ozono è che può essere inoculato nei tessuti vicini all’articolazione come in prossimità della capsula, dei legamenti, dei tendini, nei  muscoli, migliorando così la vitalità e il trofismo di tutti questi tessuti. L’azione dell’ozono sull’infiammazione e sul dolore è solo, quindi, una piccola parte delle possibilità terapeutiche di questa miscela. Tale terapia risulta indicata particolarmente in tutti gli stadi dell'osteoartrosi, anche quelli più avanzati o anche dopo interventi chirurgici di protesi o di riparazione.

Infiltrazioni in combinata (e non solo)

Alcuni studi scientifici hanno dimostrato come queste metodiche non siano necessariamente l’una alternativa all’altra. Le infiltrazioni di acido ialuronico e l’ossigeno-ozonoterapia possono essere usate in combinazione. Lo si è appurato in particolare nella cura dell’artrosi al ginocchio¹. Unendo l’azione lubrificante della prima con quella antinfiammatoria della seconda, infatti, i risultati, a distanza di tempo, sono di norma migliori rispetto alle singole opzioni di trattamento.
Va da sé, però, che le terapie infiltrative non vanno considerate come una panacea. Esse vanno inquadrate in un percorso riabilitativo più ampio, gestito da un professionista qualificato, che può prevedere, ad esempio, programmi fisici di mobilizzazione e rinforzo muscolare o di ginnastica posturale. Il tutto per consentire al paziente di giungere a un miglioramento globale delle proprie funzionalità articolari.

NOTE

¹ Cfr. “Comparison between intrarticular injection of hyaluronic acid, oxygen ozone, and the combination of both in the treatment of knee osteoarthrosis”.

Articoli correlati

Dolore alle spalle e al collo: ecco i sintomi della cervicobrachialgia

La cervicobrachialgia è una condizione che causa debilitante dolore a collo e braccia. Dai sintomi al trattamento, ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Riabilitazione post ictus: esercizi utili e cosa non fare

La riabilitazione neuromotoria aiuta i pazienti a migliorare le capacità compromesse dall’ictus per raggiungere la massima autonomia possibile.

Come si cura il morbo di Parkinson: sintomi iniziali e finali

È tra le malattie neurodegenerative più diffuse. Ecco come si manifesta e progredisce il Parkinson, per il quale è utile una combinazione di terapie.

LabofMove Srl - Via Bozzini, 2 - 37135 Verona ITALY 
P.IVA 04623680230 - REA VR - 435964
Cellulare: + 39 371 413 3252
Created by Hassel.
chevron-downmenu-circlecross-circle